Invecchiamento

Rallentare invecchiamento youtube play


Lo stress ossidativo


Un nemico silenzioso che mette a rischio il benessere fisico: 5 passi per imparare a conoscerlo, evitarlo o vincerlo.


Riconoscerlo: oggi si può

Come valutare e riconoscere in tempo lo Stress Ossidativo, 
la misurazione e l’interpretazione dei risultati



Come si fa a riconoscere lo Stress Ossidativo?
Misurandolo con il WellLife Self
Questi due test forniscono utili informazioni al fine di intervenire da subito per migliorare la situazione e riportare alla normalità l’equilibrio Redox, cercando di rallentare l’inevitabile decadimento fisiologico legato all’avanzare dell’età.
Il raggiungimento di una situazione Redox bilanciata aiuta a mantenere adeguati standard di efficienza fisica e una migliore qualità della vita.




Prima di iniziare
Prima di effettuare il test è sufficiente compilare una scheda con:

  • dati anagrafici
  • stile di vita
  • dati anamnestici del soggetto

per fare in modo che con la diagnosi si possano proporre consigli personalizzati.
E ora conosciamo nel dettaglio come funziona quest test all’avanguardia:













Come intervenire

Consigli utili per intervenire nel caso di Stress Ossidativo conclamato

Dopo aver effettuato il test Redox, viene consegnato all’interessato un report in cui è indicato il risultato del test con la relativa spiegazione e il profilo di rischio legato allo stress ossidativo.

Seguono una serie di suggerimenti generali in rapporto alle condizioni fisiologiche, allo stile di vita, a potenziali stressogeni e ad altri eventuali fattori. Infine viene consigliata la data del successivo controllo.

L’alimentazione più appropriata è quella che si rifà alla dieta mediterranea con il consumo di frutta e verdura ( 4-5 porzioni giornaliere), pesce, carni bianche, pasta e pane controllati, limitate porzioni di carni rosse e un bicchiere di buon vino.

Lo stile di vita corretto deve escludere il fumo, i superalcolici, la prolungata esposizione ai raggi solari, soprattutto se non adeguatamente protetti, gli ambienti inquinati. Deve prevedere un adeguato esercizio fisico con passeggiate di 20-30 minuti.

Questi accorgimenti non sempre sono sufficienti per riequilibrare la bilancia Redox. Diventa necessario in questi casi intervenire con l’assunzione di Modulatori Fisiologici, integratori alimentari in grado di armonizzare con dosaggi mirati la presenza degli antiossidanti là dove si insidia lo stress ossidativo. La loro finalità consiste in un riequilibrio delle difese antiossidanti per mezzo di sostanze che comunemente si dovrebbero assumere con l’alimentazione.
Lo Stress Ossidativo colpisce organi singoli o compartimenti come, ad esempio, il sistema circolatorio, il cervello, la vista, il sistema immunitario, la cute ecc.
In ognuno di questi compartimenti lo Stress Ossidativo è diverso e pertanto occorrono modulatori fisiologici specifici per ogni compartimento.